Return from

Immagini che scorrono veloci senza pretendere la tua attenzione, poi qualcuna riemerge e ti accompagna verso casa, nella sensazione limpida di un ritorno.

Ispirata ad alcune letture e a certe memorie d’infanzia, la serie indaga la dimensione sospensiva del ritorno dai luoghi, una sensazione ricevuta ai margini della strada, di sfuggita da un finestrino.

Nell’aria umida del paesaggio etneo, la visione di un campetto di periferia, nel luogo e nel tempo dove si manifestano i ricordi.

Images that run fast without demanding your attention, then someone emerges and takes you to home, in the clear feeling of a return.

The series is Inspired by some readings and some childhood memories, it explores the suspensive dimension of the return from the places, a sensation that I felt looking at the roadside from the car window.

In the damp air of the Etna landscape, the vision of a pitch in the suburbs, in the place and the time where the memories reveal themselves.


Return from, 2010, oil on canvas, 60 x 60 cm
Return from 2, 2011, oil on canvas, 60 x 60 cm
The pitch, 2012,  oil on canvas, 60 x 60 cm
Roadside, 2012, oil on canvas, 60 x 60 cm